NBA Recap

La tripla-doppia di Booker fa volare i Suns, Atlanta elimina The Process

Lettura 2 Minuti

Super Booker trascina Phoenix sull’1-0

In assenza di Chris Paul George e Kawhi Leonard toccava a Devin Booker e Paul George trascinare le proprie franchigie e dare spettacolo. E così è stato: al termine di 48′ combattutissimi, sono i Suns ad ottenere la vittoria e il primo punto nella serie, e devono ringraziare soprattutto il proprio n°1.

Booker – che ricordiamo essere alla prima run nella postseason – fattura la prima tripla-doppia della sua carriera firmando 40 punti (15/29 dal campo, 3/7 dall’arco, 7/7 ai liberi), 13 rimbalzi e 11 assist. Si tratta del primo giocatore della franchigia dell’Arizona a realizzare una tripla-doppia ai playoff dal 2005 (Steve Nash), nonché il primo a realizzarla con 40+ punti dal 1993 (Charles Barkley, in una partita che finì 120-114, ovvero esattamente come quella di stanotte). Il prodotto di Kentucky è inoltre il terzo giocatore più giovane di sempre (dopo Oscar Robertson e Luka Doncic) a realizzare una tripla-doppia da 40+ punti ai playoff.
Per Phoenix ottime anche le prove del resto del quintetto titolare (20 punti e 9 rimbalzi per Ayton, 14 punti per Bridges, 13 punti per Crowder, 11 punti e 9 assist per Payne; il tutto con il 57.8% al tiro), così come solide sono le performance di Johnson e Craig in uscita dalla panchina (12 punti e 4 rimbalzi per il primo, 8 punti e 6 rimbalzi per il secondo).

Per quanto riguarda i Clippers invece, George chiude con 34 punti (10/26 al tiro, 7/15 dall’arco, 7/8 ai liberi), 4 rimbalzi e 5 assist, mentre Jackson aggiunge 24 punti (10/19 al tiro), 6 rimbalzi e 4 assist. Per il resto i losangelini trovano solo piccole discrete prestazioni, eccezion fatta per un Morris in serata no al tiro (3/11 dal campo).
La truppa do coach Lue sbaglia diversi tiri importanti e si tiene spesso in vita grazie ai liberi, contando un po’ troppo su soluzioni individuali piuttosto che su un buon gioco di squadra.




Gli Hawks mandano a casa Philadelphia

A 24 ore di distanza dal super match tra Bucks e Nets, al Wells Fargo Center di Philadelphia va in scena un’altra combattutissima gara-7. A raggiungere Milwaukee alle Eastern Conference Finals sono gli Hawks, che si portano a casa la vittoria grazie ad un finale decisamente più lucido rispetto ai propri avversari.

Per i 76ers si tratta dell’ennesima delusione, e questa fa davvero male: sulla carta infatti gli uomini di Rivers (che a quanto pare è maledetto ai playoff) avrebbero dovuto portare a casa la serie, ma una serie di prestazioni (di alcuni singoli e a livello collettivo) ai limite dell’orrore hanno capovolto alla grande i pronostici.
Embiid è troppo solo e, considerando anche una condizione fisica non ottimale, nel finale prende quasi solo decisione sbagliate, a coronare delle prove molto altalenanti (nelle ultime due partite ha collezionato 16 palle perse, diventando il primo giocatore dal 1984 a totalizzare 8+ palle perse in due partite di fila dei playoff); Simmons combina qualcosa solo in difesa e risulta un grande minus a livello offensivo (30 liberi sbagliati su 45 tentati nella serie e 0 conclusioni tentate nell’ultimo periodo in ognuna delle ultime quattro partite); Harris viaggia ad alti e bassi (stanotte 24 punti ma 8/24 al tiro) e infine Curry risulta l’unica costante positiva nella serie (sebbene ci siano evidenti lacune difensive).

Atlanta dal canto suo non gioca una partita spettacolare, ma quando conta è sicuramente più concreta. Dopo i tre pessimi primi periodi, Young nel finale piazza più di qualche canestro importante; Gallinari mette a segno la giocata che probabilmente vale la partita (rubata su Embiid e schiacciata in contropiede); Huerter è sicuramente l’elemento chiave (27 punti tirando 10/18 dal campo) che chiude il match con tre liberi. Il resto della squadra contribuisce a fasi alterne, in quella che collettivamente rimane una prestazione appena sufficiente.
Gli Hawks ringraziano Embiid e soci per l’enorme regalo e approdano alle Conference Finals per la prima volta dal 2015.


Articoli collegati
Focus NBA

Il Ballo dei Debuttanti: il verdetto

Lettura 3 Minuti
Se la NBA ha già comunicato da qualche giorno le sue decisioni in merito ai riconoscimenti riservati alle matricole, oggi è il…
Focus NBA

IL Ballo dei Debuttanti

Lettura 4 Minuti
Penultimo appuntamento con la nostra rubrica dedicata alle matricole. Andiamo a verificare l’andamento delle giovani speranze nell’ultimo mese di Regular Season. IL…
Focus NBA

L'ora di Scary Gary

Lettura 2 Minuti
La NBA si contraddistingue da sempre per le mosse di mercato che vengono operate dai vari front office. Le trade che vengono…